VIMPAT - criticità segnalate ad AIFA

Nuove critiche regole per chi già in terapia con il farmaco VIMPAT.

Non c'è pace per quanti da circa 10 anni assumono questo farmaco, ora AIFA [ (Determina n. 467/2022solo testo VIMPAT ] e [ (Determina n. 468/2022) - solo testo VIMPAT per rimborsabilità, prezzo e Piano Terapeutico ] ha imposto, con la previsione di complesso piano terapeutico, nuove regole per poterlo assumere.

Regole che complicano ulteriormente la vita a chi in terapia per una patologia cronica e che, senza che risultino segnalazioni di avversità, variano inspiegabilmente per fasce d'età e che, anche in contraddizioni con se stesse, possono impedirne la prescrizione e la rimborsabilità a chi già da anni e anni assume questo farmaco e, magari, ha conseguito la remissione delle crisi o a chi potrebbe conseguirla.

Una complicazione burocratica e contraddittoria su cui, lo 08.07.22,  AICE ha chiesto ad AIFA spiegazioni sulle motivazioni di tali "incondivisibile e contraddittoria complicazione burocratica" che porrà grossi problemi nel rapporto tra la persona che necessita tale medicinale ed il medico prescrittore.

Oltre a chiedere le motivazioni di tale decisione che incrementerà complessità, in specie per quanti già in consolidata terapia, nel rapporto col proprio medico prescrittore, ci sarebbe utile comprendere le motivazioni che reggono alcune decisioni, quali:

  • perchè sia necessario solo per la persona con età > di 18 anni e non per il minore?
  • perchè sia necessario aver utilizzato prima levetiracetam?
  • cosa dovrà indicare il medico prescrittore nel PT per una persona in monoterapia che non abbia mai provato prima altri medicinali ?

Misure incomprensibili che ripresentano la complessa vicenda del Buccolam su cui AICE ebbe a lottare per diversi anni su pari misure contraddittorie risolte con l'intervento del nuovo Direttore Generale AIFA Nicola Magrini.

Evidentemente non si tratta solo di contraddittorie disposizioni ed incremento burocratico, ma anche inappropriate da un punto di vista scientifico:
Convergentemente, la presidente LICE Laura Tassi ha espresso ad AIFA la propria avversità a tale decisioni, evidenziando come la contraddittoria complicazione burocratica segnalata da AICE abbia precisi elementi di avversità anche sull'aspetto terapeutico.

Una convergenza che, si auspica, possa in breve, determinare riconsiderazione da parte dell'AIFA delle incomprensibili decisioni assunte.

 

5x1000

SEGNALA criticità...
discriminazione, carenza farmaci, effetti collaterali, mala sanità, costi impropri...


 

Cerca nel sito

 



Newsletter