Carenza Farmaci? .......................... Che fare!

L'epilessia è, nell'ampio ventaglio dei casi in cui si manifesta, patologia cronica ed invalidante e che, nella maggioranza di tali casi necessita l'assunzione quotidiana di terapia di uno o più farmaci.

L'apprendere, al momento del recarsi  in farmacia per rinnovare le esaurite scorte o casualmente da terzi, che il "proprio" farmaco non è reperibile è una barbarie, un crimine.

AICE, a seguito di numerose battaglie, rimane impegnata a contrastare le singole criticità che si manifeestano su specifici farmaci ma è ancor più risolutamente impegnata a che venga istituito, presso l'Agenzia Italiana del Farmaco - AIFA, organismo per gli aspetti sociali della politica del farmaco partecipato dalla rappresentanza ( FAND ee FISH ) delle Associazioni delle persone con patologie croniche ed invalidanti ed adottati protocolli per prevenire, affrontare e risolvere tali criticità garantendo la massima tutela delle persone che li necessitano.

A tutela delle persone con epilessia e comunque per quante necessitano farmaci per la cura delle rispettive patologie croniche ed invalidanti, AICE, per offrire ad ognuno  di noi gli strumenti ed il percorso per reagire a questa evenienza (una barbarie, un crimine!)  ha prodotto 2 semplici fogli informativi:

  1. Farmaci irreperibili? Che fare: PRIME INDICAZIONI da verificare e perfezionare con il vostro medico di riferimento
    Quadro di riferimento generale per la promozione di azioni in caso di carenza del/dei farmaco/farmaci
    Quali azioni e richieste promuovere, come e verso chi.

  2. Carenza farmaci: Obblighi dell’Azienda/Distributore/Farmacia
    Riferimento normativo
    Cosa possiamo pretendere e da chi.

Distinte possono essere le cause di tali carenze, oltre quelle derivanti da oggettive crititità produttive e distributive (carenza di materia prima, rottura impianti, interruzione vie di comunicazione, etc.) l'IMPORTAZIONE PARALLELA è la causa "legale" più odiosa: l'incetta in un Paese di farmaci il cui il prezzo sia più basso che in un altro per poi riconfezionarli e venderli a prezzo più remunerativo in un altro Paese. AICE ha denunciato "questa pratica legale di libero mercato" e protestato con la Comunità Europea affinchè "libero mercato" e "diritto alla salute" avessero... almeno pari dignità. Riportiamo risposta del Presidente CE Schulzt del 2007. Tanto ancora c'è da fare.

AICE provò a promuovere con LICE, nel 2012, confronto su detto tema "Epilessia quanto ci costi?" partecipato da Farmindustria, AIFA, etc. 

AICE ha attivato positivo confronto con AIFA su tali obiettivi insieme ad ANFFAS, FISH, SINP e SINPIA.

Sul sito dell'AIFA potrete trovare informazioni su:
1) Lista dei farmaci temporaneamente carenti - sempre aggiornata
2) Istruzioni per l' Autorizzazione all'importazione medicinali carenti 

Inoltre AIFA ha ha istituito una specifica task force e per le segnalazioni e le richieste relative alle carenze è stata attivata la casella di posta elettronica  Questo indirizzo e-mail √® protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

La questione FARMACI non sia celata tra Produttori e Prescrittori,
ma risolta su Tavolo Istituzionale
in pari dignità e concorrenza con i "Prescritti"

 

 

5x1000

SEGNALA criticità...
discriminazione, carenza farmaci, effetti collaterali, mala sanità, costi impropri...


 

Cerca nel sito

 



Newsletter